Tipologie di finanziamenti

Browse

Il sostegno della Comunità Europea avviene principalmente attraverso due modalità:

  1. con attività di finanziamento diretta, ovvero erogando i contributi a beneficiari che vi possono accedere aderendo ai bandi che man mano vengono resi pubblici;
  2. con attività di finanziamento indiretta, ovvero erogando risorse disponibili agli enti locali e alle istituzioni pubbliche degli Stati Membri.

Sia per i fondi a gestione diretta che per quelli a gestione indiretta, l’accesso da parte di imprese e soggetti interessati è sempre regolata da precise norme pubblicate dalla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (nonché dalle Gazzette nazionali e regionali) e di esse è data altresì ampia comunicazione sul sito della Comunità Europea.

Le agevolazioni possibili, si possono, inoltre, distinguere in sintesi tra:

  • contributi a fondo perduto, somme assegnate all’azienda in relazione a specifici progetti che sono infruttifere e non devono essere restituite;
  • contributi in conto interessi, concesso a fronte e successivamente all’ottenimento di un finanziamento a normali condizioni di mercato da parte di un istituto di credito;
  • contributi in conto canoni, agevolazione a fondo perduto finalizzata ad abbattere il costo di operazioni finanziarie stipulate a tassi di mercato;
  • finanziamenti agevolati, vale a dire prestiti a medio/lungo termine erogati a tasso inferiore a quello di mercato. Il mancato accesso allo sgravio determina anche la mancata erogazione della facilitazione creditizia, seppure a condizioni di mercato.
Aggiornato il 05/09/2017