Green Economy: l'ambiente offre nuove opportunità alle imprese

Browse

Il Programma Ambientale delle Nazioni Unite ( UNEP– United Nations Environment Programme), definisce la Green Economy come un «incremento del benessere dell'uomo e dell'equità sociale» che si ottiene contemporaneamente a «una significativa riduzione dei rischi ambientali e della scarsità ecologica». Al suo interno, il programma ha anche individuato i settori in cui investire per costruire e stimolare la Green Economy, fra i quali ritroviamo:

  • edilizia;
  • industria;
  • agricoltura;
  • fonti di energia;
  • pesca;
  • foreste;
  • turismo;
  • trasporti;
  • gestione dei rifiuti;
  • acqua.

L’Economia Verde è un tipo di economia perfettamente in sintonia con i principi dello sviluppo sostenibile, ovvero sostenibile ambientalmente, socialmente ed economicamente.

Le imprese che fanno investimenti che portano a:

  • una riduzione delle emissioni di CO2 e dell’inquinamento;
  • un aumento dell’efficienza nell’utilizzo di tutte le risorse;
  • tutelare la biodiversità.

vanno certamente in questa direzione.

L'impresa può diventare "più green", di conseguenza:

  • sviluppando tecnologie green;
  • progettando e producendo prodotti green;
  • adottando una gestione green;

Per ciò che concerne i primi due punti, gli Stati membri dell'UE hanno formalizzato le rispettive iniziative nazionali per l'attuazione di strategie e piani d'azione in materia di tecnologie ambientali. (strategia nazionale.)

Le tecnologie che emettono sostanze meno inquinanti e climalteranti, che puntano all’efficienza energetica e magari utilizzano energie rinnovabili sono tecnologie verdi. Un prodotto che usa meno materie prime, meno imballaggi, che è riciclabile, efficiente dal punto di vista energetico, che non altera il clima è considerato un prodotto verde. 

In un prodotto verde c’è dunque un’attenzione in diverse fasi:

  • scelta delle materie prime: materie prime rinnovabili, riciclate e disponibili localmente;
  • progettazione: i criteri di eco-design aiutano a costruire il prodotto in modo da inquinare il meno possibile;
  • processo produttivo: un’organizzazione gestita in modo corretto dal punto di vista ambientale, ha un processo produttivo meno impattante rispetto allo standard.

Per quanto concerne il terzo punto, una gestione green dell’impresa è una gestione che adotta strumenti come:

  1. i sistemi di gestione ambientale;
  2. la responsabilità sociale di impresa;
  3. i sistemi di gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori  spesso integrati con i SGA.

Se ci si vuole orientare verso questo tipo di gestione bisogna prestare attenzione alla sostenibilità delle scelte, ad esempio non utilizzando mai trattamenti altamente impattanti e valutando il consumo energetico della propria azienda.

Se vuoi puoi avere un quadro del profilo ambientale dei tuoi processi o prodotti utilizzando uno strumento disponibile on line denominato "EUpeco-profiler" . La sensibilità attuale del cliente pubblico o privato, porta a dare valore ad aspetti di sostenibilità ambientale ma anche sociale ed etica. Nella scelta delle materie prime, un’impresa dovrebbe evitare gli approvvigionamenti di materiale ottenuto con del lavoro in condizioni di sfruttamento o in modo illegale.

Aggiornato il 11/09/2017