9.2.4 “Sostegno alle imprese per progetti integrati per l’assunzione, l’adattamento degli ambienti di lavoro, la valorizzazione delle diversità nei luoghi di lavoro”

Browse
Oggetto del bando

Sostenere, all'interno delle imprese sarde, misure di Diversity Management, attraverso  l’adozione di misure necessarie per prevenire qualsiasi discriminazione fondata su sesso, razza o origine etnica, religione o convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale durante la sua preparazione ed esecuzione.

L’obiettivo  è  quello  di  promuovere  il  benessere  organizzativo in un'ottica  di  miglioramento  delle  performance  complessive  dei/lle lavoratori/lavoratrici,  favorire  l’inclusione  sociale  e lavorativa,  valorizzare  le  competenze  di  tutti ,  con  particolare  riferimento  ai  soggetti  svantaggiati  o  fragili  e  migliorare  la competitività delle imprese.

Spese ammissibili
Servizi (S), Formazione (F), Costi materiali (CM), Spese gestione (SG)
Macrosettore
Industria, Servizi, Turismo
Data di scadenza dell'avegolazione
Soggetti ammissibili

le piccole e medie imprese, profit e no profit, anche in forma associata, con sede operativa in Sardegna, che, alla data di presentazione della domanda di finanziamento:

a) abbiano un organico pari o superiore ai 10 dipendenti (anche in forma associata in RT);.

b) non abbiano messo in pratica atti, patti o comportamenti discriminatori

c) non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attività o di concordato preventivo e in qualsiasi altra situazione equivalente

Sono Destinatari dell’azione prevista nell’Avviso, individuati tra i /le lavoratori /lavoratrici già in forza all'azienda, ma anche tra i potenziali nuovi assunti, i  seguenti soggetti:  soggetti svantaggiati, persone disabil, inoccupati, lavoratori/lavoratrici svantaggiati e molto svantaggiati cittadini di Paesi Terzi che abbiano compiuto la maggiore età, senza distinzione di genere, ivi compresi coloro che hanno ottenuto la cittadinanza italiana, richiedenti asilo e i rifugiati, soggetti vittime di violenza.

Progetti finanziabili

La predisposizione e attuazione di una Proposta progettuale sull'adozione di misure di Diversity Management, che  dovrà  prevedere l’individuazione  della  figura  del  Diversity  Manager  e  i compiti  al  medesimo  assegnati,  nonchè  la  realizzazione  di  almeno  due  “Azioni da implementare”:

1. Azioni di informazione/sensibilizzazione  sul  tema  della  diversità nei luoghi di lavoro (AZIONE OBBLIGATORIA);

2. Carte e Codici di condotta;

3. Sportelli di assistenza/ascolto;

4. Organizzazione del lavoro per l’adattamento dell’ambiente/processi organizzativi del lavoro

Agevolazione concessa

I contributi si configurano come aiuti “de minimis”. L'importo massimo riconosciuto alle aziende per il Progetto D.M. sarà costituito da:  

a) un contributo forfettario ai sensi dell’art. 67, comma 1, lett. c) del Reg CE 1303/2013, in misura variabile in base alla dimensione aziendale, per le spese sostenute per la redazione del progetto;

b) un contributo forfettario ai sensi dell’art. 67, comma 1, lett. c) del Reg CE 1303/2013, in misura fissa per la figura del Diversity Manager che sarà responsabile della realizzazione e gestione del progetto (controllo, monitoraggio e supervisione dell'operazione);

c) un contributo forfettario ai sensi dell’art. 67, comma 1, lett. c) del Reg CE 1303/2013, in misura variabile in base al numero di azioni scelte e da realizzare all'interno del Progetto D.M.

Per ciò che concerne la quantificazione dei contributi,  è  stata  individuata  quale  opzione  di  semplificazione della  rendicontazione  ossia tutti i costi ammissibili sono calcolati sulla base di un importo forfettario predeterminato.

Importo complessivo per progettoImmagine rimossa.

Immagine rimossa.

Termini

Le domande di candidatura corredate dal Progetto D.M. e dal Preventivo Economico potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 02/05/2018 ed entro e non oltre il 31/05/2018.

Spese ammissibili

Per quanto concerne i contributi forfettari di cui al precedente punto 8.1, trattandosi di operazioni in regime di sovvenzione, per  il  rimborso  del  finanziamento,  il  Servizio  Lavoro  ha  stabilito  di  adottare  l’opzione  di  semplificazione  della rendicontazione.

Procedura

L’intera procedura sarà gestita dall’Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, Servizio  Lavoro.  La  gestione  amministrativa  dell’Avviso  sarà  completamente  informatizzata  sulla  piattaforma  del  SIL Sardegna.

I  candidati  dovranno presentare  la suddetta documentazione,  secondo  i modelli  presenti sul  portale .Si  raccomanda  estrema  attenzione  nella  fase  di caricamento  e  di  verifica  della  documentazione  nel  SIL,  in  quanto non  sarà  consentita  la  modifica/integrazione  del Formulario  per  il Progetto  D.M. e  del  Preventivo  Economico; l’eventuale errore, anche materiale, in fase di caricamento (es. inserire nella sezione dedicata al Progetto D.M. un documento relativo ad un altro allegato) comporterà dunque l’esclusione della candidatura dalla fase di selezione delle proposte progettuali.

La procedura è da ritenersi conclusa esclusivamente all’avvenuta trasmissione di tutta la  documentazione  debitamente  sottoscritta digitalmente prevista dall’Avviso e generata dal sistema.

A  seguito  del  ricevimento,  per  posta  elettronica  certificata,  della  Ricevuta  di  acquisizione  al  SIL  Sardegna  delle  singole proposte, il Servizio Lavoro procede alla registrazione delle stesse nel Sistema Informativo di Base dell’Amministrazione Regionale con l’attribuzione di un numero di protocollo in entrata.

Le candidature sono considerate ammissibili se:

- presentate da soggetti in possesso dei requisiti e delle caratteristiche previste dall'Avviso;

- correttamente compilate e corredate dei documenti richiesti ed inviate per mezzo della procedura telematica disponibile sul portale “Sardegna Lavoro” secondo le modalità indicate dall'Avviso;

- risultano  debitamente  sottoscritti digitalmente tutti  i  documenti  che  compongono  la  domanda  di  candidatura  telematica (domanda di partecipazione, formulario, dichiarazioni, etc.);

- rispettano i termini di presentazione previsti.

Criteri di valutazione

1.   Qualità   e coerenza progettuale - Fino a 65 punti

           Analisi  di contesto aziendale

          Analisi  dei fabbisogni e identificazione dei target

          Coerenza interna

2. Innovazione , efficacia, sostenibilità, trasferibilità  - Fino a 15 punti

         Innovatività

          Efficacia

        Trasferibilità

3. Coerenza con  le  finalità della priorità di riferimento  del PO - Fino a 5 punti

           Principi orizzontali

4. Qualità   delle risorse - Fino a 10 punti

          Risorse umane

5.Congruità     e sostenibilità  del progetto finanziario - Fino a 5 punti

           Congruità del preventivo economico finanziario delle azioni di sistema

l Progetto D.M. sarà valutato idoneo al finanziamento qualora raggiuga un punteggio complessivo pari a 60 sul totale di 100.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria del bando ammonta a 1.200.000 €.