Un focus sui Centri di ricerca in Sardegna

Browse
Un focus sui Centri di ricerca in Sardegna

I principali centri di ricerca della Sardegna sono il PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO, il CNR e l'AGRIS.

 

  • IL PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO

È un sistema di infrastrutture avanzate e di servizi per l’innovazione tecnologica e la valorizzazione della ricerca. Nasce dall’unione delle forze di Regione e Unione Europea e ha due sedi, una a Pula e una ad Alghero. Nel Parco sono presenti dieci piattaforme tecnologiche, costituite da laboratori e apparecchiature scientifiche. Oltre ai servizi  generali di logistica, manutenzione e accoglienza, il Parco offre un’ampia gamma di servizi per lo sviluppo tecnologico.

La sede centrale, a Pula, dista 40 chilometri da Cagliari e occupa un’area di 160 ettari, con 25mila metri quadrati coperti. È la base per imprese e centri di ricerca specializzati in tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, biomedicina, tecnologie per la salute, bioinformatica ed energia. Nella sede sono presenti infrastrutture per la ricerca, come lo stabulario barrierato di circa 900 metri quadrati e le piattaforme tecnologiche di Ict, bioinformatica, genotyping e sequenziamento, farmacologia, prototipazione e medical device, high throughput screening e Dtv.

La sede di Alghero, a Tramariglio, occupa un’area di 3 ettari e mezzo. Il complesso, di proprietà dell’Università di Sassari, è costituito da circa 10mila metri quadrati di superficie coperta ed è articolato in tre edifici indipendenti, immersi nel verde. Alghero ospita imprese e centri che operano in informatica e telematica, biomedicina, tecnologia per la salute e biotecnologie industriali.

http://www.sardegnaricerche.it/attivita/parcotecnologico/

 

 Il Crs4

Situato nel Parco scientifico e Tecnologico di Pula,  Crs4 è un centro di ricerca multidisciplinare che conta attualmente 205 persone tra dipendenti e collaboratori. Il suo obiettivo è studiare, sviluppare e applicare soluzioni innovative attraverso un approccio multidisciplinare, avvalendosi di competenze e conoscenze fortemente specializzate. Su queste basi, il Crs4 stipula accordi col mondo accademico, imprenditoriale e scientifico, partecipando anche a rilevanti progetti nazionali e internazionali. Lo sviluppo tecnologico e la ricerca scientifica del Crs4 si focalizzano sulle tecnologie computazionali abilitanti e sulla loro applicazione in campo biomedico, biotecnologico e della società dell'informazione, dell’energia e dell’ambiente. Tra i punti di forza del Crs4 c’è il centro di High Performance Computing (Hpc) che si avvale di una delle maggiori concentrazioni di potenza di calcolo in Italia e, grazie all’altissima specializzazione del personale Crs4, fornisce un eccezionale livello di flessibilità nell’utilizzo di hardware all’avanguardia. Il centro gestisce anche una piattaforma di genotipizzazione ad alta processività e di sequenziamento di nuova generazione, direttamente collegata alle proprie risorse computazionali. Questa sinergia è unica in Italia e consente al Crs4 di progettare ed eseguire procedure di analisi per studi di dimensioni prima impensabili.

Alle risorse di calcolo e di rete, il Crs4 affianca hardware per l’esplorazione e l’analisi data-intensive allo stato dell’arte. I sistemi disponibili vanno dalle pareti di visualizzazione ad alta risoluzione, ai display light-field sperimentali in grado  di fornire immagini interattive full-3D contemporaneamente a più osservatori.

http://www.crs4.it/

 

 

 

  • IL CNR

 

Il Consiglio nazionale delle ricerche svolge, promuove e coordina attività di ricerca di base e applicata, promuove l’internazionalizzazione del sistema italiano della ricerca scientifica e tecnologica per accrescerne competitività e visibilità, partecipa ai grandi programmi di ricerca. In Sardegna è presente con 15 sedi tra istituti (2) e articolazioni territoriali di istituti (13), trai quali spiccano quelli allestiti per gli studi in materia di genetica, neuroscienze, farmacologia, ambiente marino costiero, materiali, geoingegneria, produzioni alimentari, scienza del clima, chimica biomolecolare, tecnologie biomediche, produzioni alimentari.

L’Istituto di ricerca genetica e biomedica, che si occupa dell’identificazione e dello studio della funzione dei geni implicati nelle malattie monogeniche e nelle malattie complesse, ha sede a Monserrato e ancora oggi è una delle principali istituzioni per la regolazione dei geni globinici e della ematopoiesi, del miglioramento della prevenzione e della cura di questa malattia e lo sviluppo della terapia genica.

L’Istituto di storia dell’Europa mediterranea svolge attività di ricerca, valorizzazione, trasferimento tecnologico e formazione sulla storia e le culture del Mediterraneo e delle sue proiezioni esterne in una prospettiva di lungo periodo dal medioevo all’età contemporanea. Le linee principali di ricerca riguardano la storia delle società del Mediterraneo, con particolare riferimento all’integrazione tra culture dell’area e ai processi migratori, alla valorizzazione del patrimonio culturale e all’analisi delle produzioni culturali dell’area ispanofona.

http://www.cnr.it/istituti/PerRegione.html?regione=Sardegna

 

  • L'AGRIS

È l’agenzia regionale per la ricerca scientifica, la sperimentazione e l’innovazione tecnologica nei settori agricolo, agroindustriale e forestale. Opera per favorire lo sviluppo sostenibile e la biodiversità. I suoi centri sono:

 

Azienda sperimentale Palloni

Attiva dal 1985, si trova a Palloni, località in provincia di Oristano, nella valle del Tirso. Fa ricerca nel campo delle ortive.

http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=47645&v=2&c=3516

 

Azienda sperimentale S’Appassiu

È in agro di Uta e si estende per una superficie di 40 ettari. L’attività di ricerca è rivolta soprattutto alle  colture protette e all’orticoltura di pieno campo.

http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=47644&v=2&c=3516

 

 

Azienda sperimentale San Michele

Si trova a Ussana e si estende per oltre 400 ettari. Fa ricerca su cereali, colture foraggere e miglioramento dei pascoli. Più di recente sperimenta il possibile uso a fini energetici di colza e sorgo.

http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=47643&v=2&c=3516

 

Bonassai

Si trova nell’omonima frazione in Comune di Sassari e si dedica allo studio e all’esame delle problematiche legate all’alimentazione, all’allevamento razionale del bestiame, al miglioramento della qualità del latte di pecora, di capra e dei prodotti derivati.

http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=47648&v=2&c=3516

 

Centri di ricerca in frutticoltura e vivaismo

Svolgono attività di ricerca e sperimentazione in ambito regionale ed extra-regionale, con programmi di sperimentazione sviluppati tra le aziende di Agris e quelle private, dislocate in varie parti dell’isola.

http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=47642&v=2&c=3516

 

Laboratorio di analisi chimico-fisiche

È a Cagliari, nella sede del Servizio ricerca, studi ambientali, difesa delle colture e qualità delle produzioni. È dotata delle più sofisticate apparecchiature scientifiche e opera in conformità alle prescrizioni di Iso 17025.

http://www.sardegnaagricoltura.it/index.php?xsl=443&s=120594&v=2&c=3516

Aggiornato il 06/11/2017