Trova procedimento

Browse
Agenti e rappresentanti di commercio

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

205

Agenti e rappresentanti di commercio

Legge n. 204/1985, art. 1

205.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA (D.Lgs. n. 59/2010, art. 74)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Camera di Commercio

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza, relativi all’eventuale sede operativa dell’impresa:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)

 

Aggiornato il 17/07/2017
Agenzie d’affari

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

190

Agenzie d’affari

R.D. n. 773/1931, art. 115

190.a

Agenzie di recupero crediti

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Licenza (R.D. n. 773/1931, art. 115)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

 

Questura

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per l’attività di intermediazione commerciale e di affari, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 204)
  • Per tutti gli esercizi del settore alimentare: Notifica igienico sanitaria (n° 80)
  • A seconda delle merci oggetto dell’attività:

-       Vendita di alcolici (n° 70)

-       Vendita di preziosi (n° 78)

-       Vendita di armi (n° 79)

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Se l’attività prevede l’occupazione di suolo pubblico: Concessione di spazi pubblici (n° 310)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • È necessario munirsi di un registro delle operazioni vidimato dall’autorità competente ed esporre al pubblico le tariffe praticate
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 

190.b

Agenzie matrimoniali, di pubblici incanti, di pubbliche relazioni

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Comunicazione (R.D. n. 773/1931, art. 115)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Questura

190.c

Tutte le altre agenzie d’affari

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Comunicazione (R.D. n. 773/1931, art. 115)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Comune

Aggiornato il 17/07/2017
Agenzie di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

193

Agenzie di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto

Legge n. 264/1991

193.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione (Legge n. 264/1991 art. 3)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia/Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 

193.b

Variazione del soggetto in possesso dei requisiti professionali

 

Comunicazione

Aggiornato il 17/07/2017
Agenzie di viaggi

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

195

Agenzie di viaggi

L.R. n. 13/1988, artt. 2-3

195.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione (L.R. n. 13/1988, art. 5)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia /Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per asili nido con capienza superiore a 30 posti, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 

195.b

Apertura di filiali, succursali e altri punti vendita di agenzie già legittimate a operare, anche stagionali

Autorizzazione (L.R. n. 13/1988, art. 6)

195.c

Variazione del direttore tecnico

Comunicazione

Aggiornato il 17/07/2017
Allevamento di animali della specie bovina, bufalina, ovina, caprina, suina, equina, avicunicoli, api, lumache, altre specie

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

199

Allevamento di animali della specie bovina, bufalina, ovina, caprina, suina, equina, avicunicoli, api, lumache, altre specie

D.P.R. n. 317/2006

199.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Richiesta di attribuzione di codice aziendale (D.P.R. n. 317/2006, art. 2 comma 2), confluita nel regime di SCIA ai sensi del D.Lgs. n. 222/2016

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • In ogni caso: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per l’allevamento di animali destinati al consumo alimentare umano: Notifica igienico sanitaria (n° 80)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • In caso di stalle di sosta e trasporto di animali vivi, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (nn. 200-201)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • non sono soggetti al presente regime amministrativo le persone fisiche che detengono non più di tre capi delle specie ovina e caprina per i quali non hanno richiesto premi o di un capo della specie suina e destinati all'uso o al consumo personale, purché all'atto della movimentazione siano accompagnati dal documento di cui all'art. 10 del DPR 317/2006;
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 

199.b

Variazione del numero e delle specie degli animali

Altre variazioni dell’attività

Comunicazione

Aggiornato il 17/07/2017
Attività temporanea di esposizione e vendita di prodotti e somministrazione di alimenti e bevande in una sede diversa da quella abituale

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

210

Attività temporanea di esposizione e vendita di prodotti e somministrazione di alimenti e bevande in una sede diversa da quella abituale

L.R. n. 24/2016, art. 51

210.a

Esposizione e vendita di prodotti e di somministrazione di alimenti e bevande, in una sede diversa da quella abituale e per una durata non superiore a quindici giorni, da parte dei soggetti abilitati in modo permanente all'esercizio di attività nel settore della somministrazione e del commercio al dettaglio, degli artigiani e degli altri esercenti un'attività permanente in possesso di regolare titolo abilitativo

Comunicazione (L.R. n. 24/2016, art. 51)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Comune

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per attività del settore alimentare: Notifica igienico sanitaria (n° 80)
  • Per la vendita e somministrazione di alcolici: Vendita di alcolici (n° 70)
  • Se sono presenti impianti di diffusione sonora o manifestazioni ed eventi con diffusione di musica o utilizzo di strumenti musicali: Impatto acustico (n° 252)
  • Se l’attività prevede l’occupazione di suolo pubblico: Concessione di spazi pubblici (n° 310)
  • Se l’attività è esercitata sul demanio marittimo: Attività svolte sul demanio marittimo (n° 311)

 

 

Aggiornato il 17/07/2017
Autoscuole

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

191

Autoscuole

D.Lgs. n. 285/1992, art. 123; D.M. n. 317/1995

191.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA differita all’effettiva verifica della sussistenza dei requisiti (D.Lgs. n. 285/1992, art. 123, commi 4-7bis), confluita nel regime di SCIA ai sensi del D.Lgs. n. 222/2016

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia/Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per esercizio congiunto dell’attività di scuola nautica, si applicano i relativi regimi amministrativi (n° 192)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Se l’attività prevede l’occupazione di suolo pubblico: Concessione di spazi pubblici (n° 310)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 
Aggiornato il 17/07/2017
Canili gestiti da privati o da enti a scopo di ricovero, di commercio o di addestramento

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

218

Canili gestiti da privati o da enti a scopo di ricovero, di commercio o di addestramento

D.P.R. n. 320/1954, art. 24

218.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Trasferimento

Subingresso

Autorizzazione (D.P.R. n. 320/1954, art. 24)

Autocertificazione a 0 giorni

con asseverazione

ASL

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 17/07/2017
Centri di immersione subacquea e organizzazioni didattiche per attività subacquee

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

216

Centri di immersione subacquea e organizzazioni didattiche per attività subacquee

L.R. n. 9/1999, art. 2 comma 6

216.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Subingresso

Iscrizione nel registro regionale (L.R. n. 9/1999, art. 5; L.R. n. 20/2006, art. 6; L.R. n. 24/2016, art. 55)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia/Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 17/07/2017
Centri di raccolta di sperma della specie suina

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

214

Centri di raccolta di sperma della specie suina

D.P.R. n. 242/1994, art. 4

214.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Riconoscimento (D.P.R. n. 242/1994, art. 4)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

214.b

Subingresso

Variazioni non sostanziali

Cessazione

 

Comunicazione

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Aggiornato il 17/07/2017
Centri di raccolta e centri di magazzinaggio di sperma della specie bovina

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

212

Centri di raccolta e centri di magazzinaggio di sperma della specie bovina

D.Lgs. n. 132/2005, art. 1

212.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Riconoscimento (D.Lgs. n. 132/2005, art. 4)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

212.b

Subingresso

Variazioni non sostanziali

Cessazione

 

Comunicazione

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Aggiornato il 17/07/2017
Gruppi di raccolta di embrioni della specie bovina

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

213

Gruppi di raccolta di embrioni della specie bovina

D.P.R. n. 241/1994, art. 2

213.a

Avvio dell’attività

Variazione del veterinario

Variazioni sostanziali nell'organizzazione del gruppo, o dei laboratori o delle attrezzature di cui esso dispone

Riconoscimento (D.P.R. n. 241/1994, art. 4)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

213.b

Subingresso

Variazioni non sostanziali

Cessazione

 

Comunicazione (D.P.R. n. 241/1994, art. 4 comma 2)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Aggiornato il 17/07/2017
Guide turistiche, guide ambientali escursionistiche e guide turistiche sportive

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

217

Guide turistiche, guide ambientali escursionistiche e guide turistiche sportive

L.R. n. 20/2006, art. 2

217.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Subingresso

Iscrizione nel registro regionale (L.R. n. 20/2006, art. 6; L.R. n. 24/2016, art. 55)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia/Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano eventuali ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza

  • Per la cessazione e le altre variazioni non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 17/07/2017
Installazione ed esercizio degli impianti di lavorazione e di stoccaggio di oli minerali

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

196

Installazione ed esercizio degli impianti di lavorazione e di stoccaggio di oli minerali

Legge n. 239/2004, art. 1, commi 56-58

196.a

Installazione ed esercizio di nuovi stabilimenti di lavorazione e di stoccaggio di oli minerali;
Dismissione degli stabilimenti di lavorazione e stoccaggio di oli minerali;
Variazione della capacità complessiva di lavorazione degli stabilimenti di oli minerali;
Variazione di oltre il 30 per cento della capacità complessiva autorizzata di stoccaggio di oli minerali.

Autorizzazione (Legge n. 239/2004, art. 1, commi 56-58)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: sì

 

Provincia /Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)

 

  • Le altre modifiche sono liberamente effettuate dall'operatore, nel rispetto delle normative vigenti in materia ambientale, sanitaria, fiscale, di sicurezza, di prevenzione incendi e di demanio marittimo;
  • Per l’esercizio dell’attività è necessario attivare la procedura di collaudo (n° 360)
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
Aggiornato il 17/07/2017
Installazione ed esercizio degli impianti di riempimento, travaso e deposito di GPL; Distribuzione e vendita di GPL in bombole e serbatoi

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

197

Installazione ed esercizio degli impianti di riempimento, travaso e deposito di GPL; Distribuzione e vendita di GPL in bombole e serbatoi

D.Lgs. n. 128/2006

197.a

Installazione

Esercizio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività: c) la variazione della capacità complessiva di lavorazione degli stabilimenti di oli minerali;
d) la variazione di oltre il 30 per cento della capacità complessiva autorizzata di stoccaggio di oli minerali.

Cessazione dell’attività e dismissione dello stabilimento

Autorizzazione (D.Lgs. n. 128/2006, artt. 8 e 13)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia/Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • In caso di esercizio di commercio all’ingrosso, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 30)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Il presente regime amministrativo non si applica:

a)       agli impianti di distribuzione stradale di gas di petrolio liquefatti destinati all'autotrazione;

b)       ai depositi di rivenditori dettaglianti di gas di petrolio liquefatti confezionato in bombole.

  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
Aggiornato il 17/07/2017
Magazzini generali

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

208

Magazzini generali

R.D.L. n. 2290/1926, art. 1

208.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA contestuale alla Comunicazione Unica (D.Lgs. n. 59/2010, art. 80-quinquies)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Camera di Commercio

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)

 

Aggiornato il 17/07/2017
Mediatori marittimi

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

206

Mediatori marittimi

Legge n. 478/1968, art. 1

206.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA (D.Lgs. n. 59/2010, art. 75)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Camera di Commercio

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza, relativi all’eventuale sede operativa dell’impresa:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)

 

Aggiornato il 17/07/2017
Molini

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

209

Molini

D.Lgs. n. 59/2010, art. 80-sexies

209.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA contestuale alla Comunicazione Unica (D.Lgs. n. 59/2010, art. 80-sexies)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Camera di Commercio

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • In ogni caso: Notifica igienico sanitaria (n° 80)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)

 

212.b

Subingresso

Variazioni non sostanziali

Cessazione

 

Comunicazione

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

 

 

  •  
Aggiornato il 17/07/2017
Produzione, commercio e importazione di vegetali e prodotti vegetali

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

202

Produzione, commercio e importazione di vegetali e prodotti vegetali

D.Lgs. n° 214/2005, D.M. 12/11/2009, DD.MM. 14/04/1997, D.M. 09/08/2000, D.Lgs. 386/2003, Legge n° 1096/1971, D.Lgs. n° 150/2007, D.M. 27/01/2007

202.a

Produzione, commercio e importazione di vegetali e prodotti vegetali, comprese le sementi e il legname

Autorizzazione (D.Lgs.n.214/2005, art.19)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Regione

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • In caso di esercizio di commercio all’ingrosso, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 30)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • N.B: Sono esentati dall’obbligo di presentazione del presente modulo le seguenti categorie:

- commercianti al dettaglio che vendono vegetali e prodotti vegetali a persone non professionalmente impegnate nella produzione dei vegetali;

- produttori di patate da consumo e/o di agrumi che conferiscono l'intera produzione a centri di raccolta autorizzati o a commercianti all'ingrosso autorizzati oppure che cedono direttamente a utilizzatori finali.

- moltiplicatori di sementi per conto di ditte autorizzate all'attività sementiera o che cedono piante adulte ad aziende già autorizzate ai sensi dell’art. 19 del D. Lgs 214/2005;

- importatori con specifica autorizzazione di importazione occasionale ai sensi dell'articolo 7- bis del D. Lgs 214/2005;

- importatori occasionali di piccole quantità di prodotti ortofrutticoli destinati alla vendita al minuto o di piante e/o materiali di moltiplicazione non destinati alla vendita.

  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
  • La certificazione dopo la raccolta dei materiali forestali di moltiplicazione (D. Lgs 386/2003, art. 6) e l’iscrizione al registro dei materiali di base (D. Lgs 386/2003, artt. 10-11) si effettuano direttamente presso il competente Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale

202.b

Produzione e/o commercio dei prodotti di cui all'allegato V parte A e/o importatore dei prodotti di cui all'allegato V, parte B, del D. Lgs 214/2005

Iscrizione al Registro ufficiale dei produttori (D.Lgs.n.214/2005, art.20)

202.c

Autorizzazione all’uso del passaporto delle piante vegetali, per prodotti vegetali ed altre voci

elencate nell’allegato V, parte A del D. Lgs 214/2005

Autorizzazione (D.Lgs.n.214/2005, art.26)

202.d

Accreditamento dei fornitori per:

  • commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante da frutto e delle piante da frutto destinate alla produzione di frutto
  • commercializzazione delle piantine di ortaggi e dei materiali di moltiplicazione di ortaggi, ad eccezione delle sementi

Accreditamento e iscrizione nel registro (DM 14 aprile 1997, art. 9)

202.e

Registrazione dei fornitori per la commercializzazione dei materiali di moltiplicazione delle piante ornamentali, in applicazione del D. Lgs 151/2000, di cui al D.M. 9 agosto 2000.

Registrazione (D.Lgs. n. 151/2000, art. 5; DM 9 agosto 2000, art. 6)

202.f

Accreditamento dei fornitori per produzione e commercializzazione di micelio fungino ai sensi dell'art. 8 del DM 27.9.2007

Accreditamento (DM 27 settembre 2007, art. 8)

202.g

Produzione, conservazione, commercio e distribuzione a qualsiasi titolo di materiale forestale di moltiplicazione

Licenza (D. Lgs 386/2003, art. 4)

Aggiornato il 17/07/2017
Scuole nautiche

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

192

Scuole nautiche

D.M. n. 146/2008 art. 42

192.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Autorizzazione (D.M. n. 146/2008 art. 42), confluita nel regime di SCIA ai sensi del D.Lgs. n. 222/2016

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Provincia/Città Metropolitana

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per esercizio congiunto dell’attività di autoscuola, si applicano i relativi regimi amministrativi (n° 191)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Se l’attività prevede l’occupazione di suolo pubblico: Concessione di spazi pubblici (n° 310)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 
Aggiornato il 17/07/2017
Servizi di rete e comunicazione elettronica

 

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

198

Servizi di rete e comunicazione elettronica

D.Lgs. n. 259/2003, art. 25

198.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA (D.Lgs. n. 259/2003, art. 25 comma 4)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Ministero dello Sviluppo Economico

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • In caso di esercizio di commercio all’ingrosso, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 30)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Il presente regime amministrativo si applica anche a tutte le attività che offrono servizi di rete e comunicazione elettronica come attività principale (Internet Point, Phone Center, ecc.), ovvero offrono un accesso hot spot in modalità wireless con il segnale che si propaga al di fuori dei locali dell’esercizio
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 

 

 

Aggiornato il 17/07/2017
Spedizionieri

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

207

Spedizionieri

Legge n. 1442/1941, art. 1

207.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

SCIA (D.Lgs. n. 59/2010, art. 76)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Camera di Commercio

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza, relativi all’eventuale sede operativa dell’impresa:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)

 

Aggiornato il 17/07/2017
Stabilimenti per scambi intracomunitari e importazioni da paesi terzi di pollame e uova da cova non destinati a mostre, concorsi o competizioni

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

215

Stabilimenti per scambi intracomunitari e importazioni da paesi terzi di pollame e uova da cova non destinati a mostre, concorsi o competizioni

D.Lgs. n. 199/2014, art. 2

215.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Riconoscimento (D.Lgs. n. 199/2014, art. 3)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

215.b

Subingresso

Variazioni non sostanziali

Cessazione

Comunicazione

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Aggiornato il 17/07/2017
Stalle di sosta

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

200

Stalle di sosta

D.P.R. n. 320/1954, art. 17

200.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Trasferimento

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Autorizzazione (D.P.R. n. 320/1954, art. 17)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 
Aggiornato il 17/07/2017
Stazioni di monta e stazioni di inseminazione artificiale delle specie equina, bovina, bufalina, ovina, caprina e suina

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

211

Stazioni di monta e stazioni di inseminazione artificiale delle specie equina, bovina, bufalina, ovina, caprina e suina

Legge n. 30/1991; D.M. n. 403/2000, art. 2

211.a

Avvio dell’attività

Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione (D.M. n. 403/2000, art. 2)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

 

  • Agris per la specie equina
  • ASL per altre specie
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento;
  • L’autorizzazione ha validità di cinque anni ed è rinnovabile
 

211.b

Subingresso

Cessazione

Comunicazione

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

211.c

Rinnovo dell’autorizzazione alla scadenza

Rinnovo (D.M. n. 403/2000, art. 2)

Aggiornato il 17/07/2017
Strutture sanitarie private

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

203

Strutture sanitarie private

L.R. n. 10/2006, artt. 5-6; D.Lgs. n. 502/1992, art. 8/ter

203.a

Autorizzazione alla realizzazione

Nuova realizzazione

Trasferimento

Variazioni sostanziali

Autorizzazione (L.R. n. 10/2006, art. 5; D.Lgs. n. 502/1992, art. 8/ter commi 1,3)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

 

Regione

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • L’autorizzazione alla realizzazione non è necessaria per gli studi professionali medici
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
  • La procedura di accreditamento della struttura è esclusa dalla competenza del SUAPE; si applica la procedura prevista dalla norma settoriale
 

203.b

Autorizzazione all’esercizio

Studi professionali e attività specialistiche ambulatoriali a bassa complessità, tranne le attività di riabilitazione motoria, diagnostica per immagini e laboratorio

Avvio dell’attività; Subingresso

Trasferimento; Variazioni sostanziali dell’attività

 

Autorizzazione (L.R. n. 10/2006, art. 6; D.Lgs. n. 502/1992, art. 8/ter commi 1-4)

Autocertificazione a 0 giorni

con asseverazione

Comune

ASL

 

203.c

Variazione del direttore sanitario

Comunicazione

Aggiornato il 17/07/2017
Strutture socio-assistenziali

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

194

Strutture socio-assistenziali

L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008

194.a

Comunità di tipo familiare e gruppi di convivenza:

Casa famiglia e gruppi di convivenza

Comunità di pronta accoglienza

Avvio dell’attività, Adattamento di strutture esistenti, Trasformazione, Ampliamento

Trasferimento, Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione (L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008, art. 34)

Autocertificazione a 0 giorni

con asseverazione

Comune

 

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per l’esercizio congiunto di prestazioni sanitarie, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 203)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per strutture residenziali con oltre 25 posti letto, asili nido con capienza superiore a 30 posti, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • In caso di preparazione o somministrazione di pasti: Notifica igienico sanitaria (n° 80)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi o per strutture qualificabili come scuole, asili nido e case di riposo: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di cessazione e altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
  • La procedura di accreditamento della struttura è esclusa dalla competenza del SUAPE; si applica la procedura prevista dalla norma settoriale
 

194.b

Strutture a ciclo diurno:

Centro di aggregazione sociale

Centro socio-educativo diurno

Centro per la famiglia

Avvio dell’attività, Adattamento di strutture esistenti, Trasformazione, Ampliamento

Trasferimento, Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione (L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008, art. 34)

194.c

Strutture per la prima infanzia:

Nido d'infanzia

Micronido

Micronido e Nido aziendale

Spazio bambini

Sezioni primavera

Ludoteca e centro bambini e genitori

Servizi in contesto domiciliare

Avvio dell’attività, Adattamento di strutture esistenti, Trasformazione, Ampliamento

Trasferimento, Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione (L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008, art. 34)

Autocertificazione a 0 giorni

con asseverazione

Comune

 

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per l’esercizio congiunto di prestazioni sanitarie, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 203)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per strutture residenziali con oltre 25 posti letto, asili nido con capienza superiore a 30 posti, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • In caso di preparazione o somministrazione di pasti: Notifica igienico sanitaria (n° 80)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi o per strutture qualificabili come scuole, asili nido e case di riposo: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di cessazione e altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 

194.d

Strutture residenziali a carattere comunitario:

Comunità di sostegno a gestanti e/o madri con bambino

Residenze comunitarie diffuse per anziani

Comunità residenziali per persone con disabilità e per il "dopo di noi"

Comunità di accoglienza per minori

Comunità alloggio per anziani

Comunità per l'accoglienza di adulti sottoposti a misure restrittive della libertà personale

Avvio dell’attività, Adattamento di strutture esistenti, Trasformazione, Ampliamento

Trasferimento, Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione previo inserimento nel PLUS (L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008, art. 34)

Conferenza di servizi

Vedi art. 18 direttive

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: sì

 

Comune

Autorità di gestione del PLUS

194.e

Strutture residenziali integrate:

Comunità integrate per anziani

Comunità integrate per persone con disabilità e per il "dopo di noi"

Comunità integrate per persone con disturbo mentale

Comunità socio-educative integrate per minori

Avvio dell’attività, Adattamento di strutture esistenti, Trasformazione, Ampliamento

Trasferimento, Variazioni sostanziali dell’attività

Autorizzazione previa acquisizione del parere di compatibilità (L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008, art. 34)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

 

Comune

Assessorato Regionale della Sanità

194.f

Per tutte le tipologie di strutture

Subingresso

Variazioni non sostanziali

Autorizzazione (L.R. n. 23/2005, art. 43; D.P.Reg. n. 4/2008, art. 34)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Comune

Aggiornato il 17/07/2017
Trasporto di animali vivi

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

201

Trasporto di animali vivi

Regolamento CE n° 1/2005

201.a

  • trasporti di animali effettuati dagli allevatori con veicoli agricoli con i propri mezzi di trasporto nei casi in cui le circostanze geografiche richiedano il trasporto per transumanza stagionale di taluni tipi di animali
  • trasporti, effettuati dagli allevatori, dei propri animali, con i propri mezzi di trasporto per una distanza inferiore a 50 km dalla propria azienda

Comunicazione

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • per autotrasporto in conto proprio e in conto terzi si applicano anche i relativi regimi amministrativi (nn. 133, 134, 135)
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

201.b

Tutti gli altri casi di trasporto di animali vivi

Autorizzazione (Regolamento CE n° 1/2005, art. 6)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • L’autorizzazione ha validità di cinque anni, decorsi i quali deve essere richiesta una nuova autorizzazione
Aggiornato il 17/07/2017