Trova procedimento

Browse
Aziende ed esercizi commerciali che effettuano scambi intracomunitari e importazioni di animali, sperma, ovuli ed embrioni non soggetti a normative comunitarie specifiche di polizia sanitaria

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

83

Aziende ed esercizi commerciali che effettuano scambi intracomunitari e importazioni di animali, sperma, ovuli ed embrioni non soggetti a normative comunitarie specifiche di polizia sanitaria

D.Lgs. n. 633/1996, art. 2

83.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Registrazione (D.Lgs. n. 633/1996, art. 4)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento;

 

Aggiornato il 18/07/2017
Depositi commerciali di oli minerali assoggettati ad accisa

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

75

Depositi commerciali di oli minerali assoggettati ad accisa

D.Lgs. 504/1995, art. 25 comma 1

75.a

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Denuncia con successivo rilascio della licenza fiscale (D.Lgs. n. 504/1995, art. 25)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Ufficio delle Dogane

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Sono tenuti alla denuncia anche gli esercenti depositi per uso privato, agricolo ed industriale di capacità superiore a 25 metri cubi, gli esercenti impianti di distribuzione stradale di carburanti e gli esercenti apparecchi di distribuzione automatica di carburanti per usi privati, agricoli ed industriali, collegati a serbatoi la cui capacità globale supera i 10 metri cubi;
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 18/07/2017
Esercizi di trasformazione, di condizionamento, di deposito e di vendita di alcole e di bevande alcoliche assoggettati ad accisa e depositi di alcole denaturato con denaturante generale in quantità superiore a 300 litri

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

70

Esercizi di trasformazione, di condizionamento, di deposito e di vendita di alcole e di bevande alcoliche assoggettati ad accisa e depositi di alcole denaturato con denaturante generale in quantità superiore a 300 litri

D.Lgs. n. 504/1995, artt. 29 e 63

70.a

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Denuncia con successivo rilascio della licenza fiscale (D.Lgs. n. 504/1995, art. 29), confluita nel regime di comunicazione ai sensi del D.Lgs. n. 222/2016

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Ufficio delle Dogane

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 18/07/2017
Produzione e vendita di mangimi e prodotti di origine minerale e chimico industriale destinati all’alimentazione animale

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

77

Produzione e vendita di mangimi e prodotti di origine minerale e chimico industriale destinati all’alimentazione animale

Regolamento CE 183/2005; Regolamento UE 225/2012; Legge 281/1963

77.a

Attività di:

  • fabbricazione e/o commercializzazione di additivi di mangimi cui si applica il regolamento (CE) n. 1831/2003 o di prodotti cui si applica la direttiva 82/471/CEE e di cui al capo 1 dell’allegato IV del regolamento CE n° 183/2005;
  • fabbricazione e/o commercializzazione di premiscele preparate utilizzando additivi di mangimi di cui al capo 2 dell’allegato IV del regolamento CE n° 183/2005
  • fabbricazione ai fini della commercializzazione o produzione per il fabbisogno esclusivo della propria azienda di mangimi composti utilizzando additivi di mangimi o premiscele contenenti additivi di mangimi di cui al capo 3 dell’allegato IV del regolamento CE n° 183/2005

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Riconoscimento (Regolamento CE 183/2005, art. 10)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • Ministero della Salute (limitatamente alla fabbricazione di additivi di mangimi o prodotti cui si applica la direttiva 82/471/CE e di cui all’allegato IV del reg. CE n. 183/2005)
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
  • Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per depositi di fitofarmaci e/o di concimi chimici a base di nitrati e/o fosfati con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per le attività di vendita, se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (nn° da 1 a 30)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

77.b

Altre attività di produzione, trasformazione, stoccaggio, trasporto o distribuzione di mangimi, compresa la vendita all’ingrosso e al dettaglio

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Notifica per registrazione (Regolamento CE 183/2005, art. 9)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

  • Autorità sanitaria individuata dalla Regione
  • Azienda Sanitaria Locale
Aggiornato il 18/07/2017
Produzione e vendita di prodotti fitosanitari

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

76

Produzione e vendita di prodotti fitosanitari

D.P.R. 290/2001, art. 1

76.a

Attività di produzione di prodotti fitosanitari

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Autorizzazione (D.P.R. 290/2001, artt. 4-5-6; D.Lgs. 150/2012, art. 10)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

 

Ministero della Salute

 

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera: Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Per depositi di fitofarmaci e/o di concimi chimici a base di nitrati e/o fosfati con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

76.b

Attività di vendita di prodotti fitosanitari

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Autorizzazione (D.P.R. 290/2001, artt. 21-22; D.Lgs. 150/2012, art. 10)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

  • Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (nn° da 1 a 30)
  • Per depositi di fitofarmaci e/o di concimi chimici a base di nitrati e/o fosfati con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
Aggiornato il 18/07/2017
Produzione, deposito, trasporto e vendita di prodotti alimentari destinati al consumo umano

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

80

Produzione, deposito, trasporto e vendita di prodotti alimentari destinati al consumo umano

Regolamenti CE 852/2004, 853/2004, 854/2004

80.a

Attività di:

Mattatoi (ad esclusione dei mattatoi aziendali di avicunicoli con produzione annua inferiore a 10000 capi); sezionamento carni; produzione carni preparate e macinate; prodotti a base di carne (salumifici, tripperie); deposito ingrosso carni esposte; produzione, trasformazione prodotti ittici; spedizione e depurazione molluschi bivalvi; produzione ovoprodotti, deposito prodotti ittici sfusi; centro imballaggio uova; caseifici, ecc.

Apertura; Trasferimento; Variazioni del ciclo produttivo o dell’impianto produttivo

Riconoscimento (Regolamento CE 853/2004, art. 4)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
  • Azienda Sanitaria Locale

 

 

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Per variazioni non sostanziali (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

80.b

Attività di:

  • Stabilimenti di produzione di germogli per l'alimentazione umana e di semi per la produzione di germogli; stabilimenti di produzione delle bibite analcoliche, delle acque minerali e di altre acque in bottiglia; stabilimenti di produzione/confezionamento/deposito all'ingrosso di additivi, aromi e enzimi alimentari
  • Stabilimenti adibiti alla produzione e/o al confezionamento di alimenti destinati ad una alimentazione particolare, di integratori alimentari e di alimenti addizionati di vitamine e/o minerali

Apertura; Trasferimento; Variazioni del ciclo produttivo o dell’impianto produttivo

Riconoscimento (Regolamento CE 852/2004, art. 6)

Conferenza di servizi Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
  • Azienda Sanitaria Locale

80.c

  • Altre attività di produzione, deposito, trasporto e vendita di prodotti alimentari non rientranti nei punti 80.a e 80.b

Apertura; Trasferimento; Variazioni del ciclo produttivo o dell’impianto produttivo

  • Per tutte le attività del settore alimentare

Subingresso

Notifica per registrazione (Regolamento CE 852/2004, art. 6)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Per attività ordinarie:

  • Azienda Sanitaria Locale

Per attività effettuate a bordo di imbarcazioni, aerei, veicoli su rotaie e nei locali in aeree sterili demaniali:

  • Ufficio di Sanità Marittima

 

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per variazioni non sostanziali (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
  • Non devono essere richieste planimetrie o asseverazioni a firma di tecnico abilitato
 
Aggiornato il 18/07/2017
Produzione, immissione in commercio, importazione e distribuzione di prodotti cosmetici

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

84

Produzione, immissione in commercio, importazione e distribuzione di prodotti cosmetici

Regolamento (CE) n. 1223/2009 

84.a

Avvio dell’attività

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Notifica (Regolamento (CE) n. 1223/2009, art. 13)

Adempimento escluso dalla competenza del SUAPE; si applica quanto previsto dalla norma di settore (vedi colonna C)

Vedi art. 18 direttive

Ministero della Salute

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano eventuali ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza; in particolare, se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi

  • La notifica si effettua attraverso l’apposito portale comunitario CPNP
  • Per la cessazione e le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
Aggiornato il 18/07/2017
Produzione, riparazione e vendita di armi diverse da quelle da guerra

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

79

Produzione, riparazione e vendita di armi diverse da quelle da guerra

R.D. 773/1931, art. 31

79.a

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Licenza (R.D. n° 773/1931, art. 31; R.D. n° 635/1940, artt. 46-52)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

  • Questura (vendita e riparazione)
  • Prefettura (vendita munizioni)

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (nn° da 1 a 30)
  • Per tutte le attività: Parere della commissione materie esplodenti (n° 319)
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 18/07/2017
Stabilimenti che trattano sottoprodotti di origine animale

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

82

Stabilimenti che trattano sottoprodotti di origine animale

Regolamento  CE n. 1069/2009; Regolamento  UE n. 142/2011

82.a

Avvio e variazioni sostanziali delle attività di tutti gli stabilimenti o impianti che sono attivi in qualunque fase di produzione, trasporto, manipolazione, lavorazione, magazzinaggio, immissione sul mercato, distribuzione, uso o smaltimento dei sottoprodotti di origine animale e prodotti derivati soggette a riconoscimento di cui all’art. 24 del Regolamento CE n° 1069/2009

Riconoscimento (Regolamento  CE n. 1069/2009, art. 24)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi
  • Per i luoghi di lavoro con oltre tre addetti: Sicurezza sui luoghi di lavoro (n° 313)
  • Per le attività indicate nel D.M. 05/09/1994: Industrie insalubri (n° 314)
  • Per le attività comportanti emissioni di sostanze in atmosfera:Emissioni in atmosfera (n° 253)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)

 

  • Per le altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento;

 

82.b

Avvio e variazioni sostanziali delle attività di tutti gli stabilimenti o impianti che sono attivi in qualunque fase di produzione, trasporto, manipolazione, lavorazione, magazzinaggio, immissione sul mercato, distribuzione, uso o smaltimento dei sottoprodotti di origine animale e prodotti derivati soggette a registrazione, diverse da quelle di cui all’art. 24 del Regolamento CE n° 1069/2009

Registrazione (Regolamento  CE n. 1069/2009, art. 23)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

  • ASL
  • Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare

82.c

Tutte le attività

Subingresso

Sospensione dell’attività

Cessazione

Comunicazione

Aggiornato il 18/07/2017
Utilizzo di acque destinate al consumo umano non provenienti da acquedotto

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

81

Utilizzo di acque destinate al consumo umano non provenienti da acquedotto

D.M. 26/03/1991, art. 4 – D.Lgs. 31/2001 e s.m.i.)

81.a

Utilizzo di acque destinate al consumo umano non provenienti da acquedotto

Giudizio di potabilità e idoneità dell’acqua (D.M. 26/03/1991, art. 4 – D.Lgs. 31/2001 e s.m.i.)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi

 

Aggiornato il 18/07/2017
Vendita al minuto di gas di petrolio liquefatto (GPL) per combustione

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

74

Vendita al minuto di gas di petrolio liquefatto (GPL) per combustione

D.Lgs. 504/1995, art. 25 comma 4

74.a

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Comunicazione (D.Lgs. 504/1995, art. 25 comma 4)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Ufficio delle Dogane

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (nn° da 1 a 9)
  • Per quantità di gas uguali o superiori a 75 kg, per capacità complessiva dei contenitori uguale o superiore a 0,75 metri cubi, o comunque nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 18/07/2017
Vendita all’ingrosso di medicinali veterinari

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

72

Vendita all’ingrosso di medicinali veterinari

D.Lgs. 193/2006, art. 1

72.a

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Autorizzazione (D.Lgs. 193/2006, art. 66)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: no

Sil.assenso art. 20 L.241/90: no

N.B: autorizzazione prevista dalla normativa comunitaria

Assessorato regionale dell’igiene e sanità - Servizio di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare Azienda Sanitaria Locale

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (n° 30)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, del preposto, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 18/07/2017
Vendita ambulante di strumenti da punta e da taglio

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

73

Vendita ambulante di strumenti da punta e da taglio

R.D. 773/1931

73.a

Vendita ambulante di strumenti da punta e da taglio

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Licenza (R.D. 773/1931, art. 37)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Comune

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi

 

  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

Aggiornato il 18/07/2017
Vendita di farmaci da banco e medicinali veterinari in esercizi di commercio al dettaglio

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

71

Vendita di farmaci da banco e medicinali veterinari in esercizi di commercio al dettaglio

D.L. n. 223/2006, art. 5; D.L. n. 1/2012, art. 11

71.a

Vendita di farmaci da banco

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Comunicazione (D.L. n. 223/2006, art. 5)

Autocertificazione a 0 giorni

senza asseverazione

Comune

Azienda Sanitaria Locale

Regione

Ministero della Salute

Agenzia Italiana del Farmaco

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (cfr. nn. 1, 2, 3)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, del preposto, ecc.) non è previsto alcun adempimento

 

71.b

Vendita di medicinali veterinari

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

 

Comunicazione (D.L. n. 1/2012, art. 11)

Aggiornato il 18/07/2017
Vendita di oggetti preziosi

A

B

C

D

E

F

G

Descrizione

Regime previsto dalla normativa settoriale

Regime ex L.R. n. 24/2016

Ente

competente

Concentrazione di regimi amministrativi

Note

78

Vendita di oggetti preziosi

R.D. 773/1931, art. 127

78.a

Apertura

Trasferimento

Subingresso

Variazioni sostanziali dell’attività

Licenza (R.D. n° 773/1931, art. 127; R.D. n° 635/1940, artt. 243-246)

Conferenza di servizi

Sil.assenso in CdS: sì

Sil.assenso art. 20 L.241/90: sì

Questura

Con le modalità di cui alla L.R. n. 24/2016 si raccordano i seguenti ulteriori adempimenti, qualora necessari e non espletati in precedenza:

  • Se l’attività ospitante non è già autorizzata, si applicano contestualmente i relativi regimi amministrativi (nn° da 1 a 30)
  • Se sono presenti scarichi idrici: Scarichi idrici (n° 251)
  • Nel caso l’attività rientri in uno dei casi previsti dall’allegato I al DPR n° 151/2011: SCIA di prevenzione incendi (n° 300)
  • Per l’apposizione di insegne: Posa di insegne e cartelli pubblicitari (n° 312) e Manutenzione straordinaria (n° 352.a)
  • Se sono presenti impianti rumorosi: Impatto acustico (n° 252)
  • L'obbligo di munirsi della licenza stabilita dall'art. 127 della Legge incombe ai fabbricanti, ai commercianti, ai mediatori di oggetti preziosi, tanto se lavorino o negozino abitualmente, quanto occasionalmente. Non ricorre l'obbligo della licenza per gli institori e i rappresentanti di commercio. La licenza è valida per tutti gli esercizi di vendita di oggetti preziosi, appartenenti alla medesima persona od alla medesima ditta, ancorché siti in località diverse.
  • Per i casi di ampliamento, cessazione, altre variazioni (es. del legale rappresentante, della compagine sociale, della ragione sociale, ecc.) non è previsto alcun adempimento
 
Aggiornato il 18/07/2017