Reti telematiche

Browse

A sostegno della realizzazione e gestione dei vari sistemi informativi, la Regione Sardegna ha sviluppato, nel corso del tempo, importanti investimenti di natura infrastrutturale che la vedono oggi all’avanguardia nell’adozione delle più moderne soluzioni tecnologiche.

Le infrastrutture della rete telematica sono da individuarsi in due diverse tipologie:

1) quelle impiegate per la connessione telematica delle sedi della Pubblica Amministrazione regionale;

2) quelle poste a servizio del singolo cittadino e dell’impresa per assicurarne l’accesso alla rete internet ed ai servizi erogati tramite la rete stessa.

La Regione Autonoma della Sardegna dispone di una Rete Telematica Regionale (RTR), destinata a soddisfare le esigenze di collegamento telematico dell’Amministrazione regionale, dei suoi Enti, e delle aziende del servizio sanitario regionale.  La sua realizzazione è stata avviata nel 2005 e comprende una dorsale in fibra ottica che si sviluppa per circa 1300 km sull’intero territorio regionale e collega, con un percorso ad anello chiuso, nove punti di accesso distribuiti in ciascun capoluogo di provincia e sui quali si connettono le reti telematiche cittadine (di Cagliari, Sassari, Tempio Pausania e Lanusei) e si concentrano gli accessi delle sedi dislocate nel territorio circostante.

In futuro, grazie all’estensione della RTR, i servizi saranno erogati in favore dell’intera Pubblica  amministrazione della Sardegna; attraverso progressivi investimenti infrastrutturali si garantiranno servizi affidabili e performanti, con contenimento dei costi operativi ed economie di scala.

La Regione è impegnata nello sviluppo delle applicazioni delle Tecnologie dell’Informazione delle Comunicazioni (ICT) sia nella qualità dei servizi offerti dalla pubblica amministrazione che nelle opportunità infrastrutturali per nuovi insediamenti. L’obiettivo è quello di arrivare a una copertura totale dei territori, anche attraverso il cofinanziamento pubblico delle infrastrutture laddove il mercato non le possa fornire.

Il sistema di connettività, esteso a poli industriali, centri di ricerca, imprese, asl, etc, determina un raccordo dell’intero “sistema Sardegna” e quindi una nuova condizione di competitività per le politiche di sviluppo. La promozione dell’ICT per la competitività e produttività, ha l’obiettivo strategico di orientare il sistema imprenditoriale verso investimenti nei settori high-tech e verso l’innovazione di processo e di prodotto per la creazione di infrastrutture immateriali e servizi digitali.

Riguardo l’industria della convergenza digitale, la politica regionale mira ad accrescere la capacità di utilizzo, accesso e fruibilità delle imprese rispetto alle infrastrutture immateriali e servizi digitali e sviluppando parallelamente contenuti digitali, applicazioni e servizi.

Aggiornato il 05/09/2017