Nuove semplificazioni per vendita di cose usate, luminarie e locali di pubblico spettacolo

Nuove semplificazioni per le imprese introdotte dal Governo con il D.Lgs. n. 222/2016 (SCIA 2), che sono state immediatamente recepite dal Coordinamento regionale SUAP.


In particolare, è stato eliminato il modulo E2 in conseguenza dell'abrogazione dell'art. 126 del TULPS che prevedeva la necessità di una dichiarazione per la vendita di cose antiche e/o usate.


E' stata inoltre semplificata la procedura per l'installazione di luminarie in occasione di festività o di circostanze particolari, per cui ora è sufficiente una comunicazione corredata della dichiarazione di conformità degli impianti.


Infine, per tutti i luoghi di capienza inferiore a 200 persone, non è più necessario acquisire il parere sul progetto da parte della commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo.


In analogia con la tabella allegata al Decreto nazionale, è in fase di predisposizione l'elenco di tutte le autorizzazioni, le dichiarazioni e comunicazioni  necessarie per l'avvio e lo sviluppo d'impresa, previsti nel territorio regionale.