come si prepara un progetto comunitario

Finanziamenti europei, ecco come si prepara un progetto

I fondi comunitari sono una delle più diffuse forme di finanziamento pubblico a sostegno dell’iniziativa imprenditoriale. Le opportunità sono molteplici e investono tutti i settori produttivi, ma per accedervi occorre una buona progettazione. Ecco perché SardegnaImpresa, volendo supportare il tessuto economico e produttivo isolano, ha dedicato un approfondimento al tema, raccontando le diverse fasi attraverso cui passa la preparazione e la realizzazione di un progetto europeo. fasi che compongono il ciclo del progetto e seguono un quadro logico fondato su strumenti operativi come Gannt, Workplan e Budget di progetto.

Il ciclo comincia con l’identificazione di un’idea da sviluppare in un piano di lavoro. Le idee-progetto sono individuate entro una strategia concordata tra le parti coinvolte. Il ciclo fornisce una struttura che assicura a tutti gli attori coinvolti di essere consultati e a tutte le informazioni di circolare ed essere disponibili. Le fasi del ciclo di progetto sono: programmazione; identificazione; formulazione; finanziamento; implementazione; valutazione.

Nella fase di programmazione sono analizzati il contesto territoriale e quello del settore di riferimento per identificare problemi, opportunità e impedimenti. Lo scopo è di identificare obiettivi condivisi di cooperazione e priorità settoriali.

Nella fase di identificazione le azioni da intraprendere sono sottoposte a ulteriore analisi attraverso la consultazione del gruppo beneficiario di ogni azione e l’analisi dei problemi da affrontare e delle possibili soluzioni.

Nella fase di formulazione, le idee-progetto diventano piani operativi. I gruppi beneficiari e gli altri attori partecipano alla specificazione dettagliata dell’idea-progetto, che viene poi verificata in base alla sua fattibilità e sostenibilità.

Nella fase di finanziamento, le proposte sono esaminate dalle autorità competenti, che decidono se finanziare o meno il progetto. L’ente finanziatore e il Paese partner concordano le modalità di realizzazione e le formalizzano in un documento legale che ratifica i modi di finanziamento e la realizzazione del progetto.

Nella fase di realizzazione, si esegue il progetto e tutti i mezzi materiali e immateriali necessari alla realizzazione del progetto sono messi in opera secondo il piano di finanziamento.

Nella fase di valutazione, l’ente finanziatore e il Paese partner valutano il progetto per stabilire quali obiettivi siano stati raggiunti e identificare le lezioni tratte da quest’esperienza, utili per migliorare la progettazione di futuri programmi.

Per ulteriori informazioni, leggi l’approfondimento

Tag: 

Condividi su: