nuovi affari

Confcommercio porta le imprese sarde in Polonia e Svizzera

Si chiama Sardinia Export Team, è un raggruppamento di imprese di cui è capofila Confcommercio Sardegna e mira a promuovere l’immagine della Sardegna e dei suoi prodotti sui mercati internazionali. Un progetto di grande portata, che presenta fra i propri punti di forza l’approfondita analisi quantitativa dei mercati potenziali, su cui fonda la scelta di puntare su Svizzera e Polonia.

La Svizzera è indubbiamente un mercato fiorente per l’export italiano, sia per la posizione geografica strategica, sia per le condizioni economiche favorevoli: ai primi posti in Europa per Pil pro capite e numero di consumatori di fascia alta. Anche la Polonia presenta buone prospettive di crescita economica per i prossimi anni e manifesta una grande attenzione all’Italia e, in particolare, alla Sardegna: flussi turistici da e per l’isola in costante aumento e cifre interessanti per i rapporti import-export: l’italia è settima per valore delle importazioni in terra polacca.

Nei diciotto mesi della durata del progetto si prevede la realizzazione di un ricco programma di attività desk e field in diverse città dei due Paesi target: manifestazioni espositive, workshop, incontri b2b e imponenti attività di comunicazione, dalla realizzazione di un sito web dedicato ai principali siti Italian Food in Polonia, alla creazione di cataloghi promozionali, passando per la promozione sui canali social.

La sfida è quella di creare una struttura stabile, capace di mantenere la propria ragion d’essere anche oltre il termine del progetto, coinvolgendo ulteriori aziende oltre quelle già selezionate, per consolidare la presenza della Sardegna sui mercati esteri. Grande fiducia sull’agroalimentare, settore strategico con ottimo potenziale di crescita che permette di promuovere non solo i prodotti, ma anche il territorio e la cultura, creando un unicum che rende l’isola una meta privilegiata al centro del Mediterraneo.  Quindi ampio spazio ai prodotti della tradizione sarda: pane, dolci, pasta, conserve vegetali, conserve ittiche, carni ed insaccati, olio, ortofrutta e formaggi, vino, birra, acqua minerale e liquori.

Gli ideatori del progetto lasciano le porte aperte a nuove aziende interessate ad allargare il proprio raggio d’azione sui mercati esteri e portare le eccellenze della Sardegna in ogni angolo d’Europa, sfruttando il trampolino di lancio dei mercati obiettivo di questa iniziativa.

Condividi su: