La mobilità e la circolazione di merci e persone

Browse

In Sardegna la media annua delle merci in ingresso e in uscita su strada è pari a 16,3 tonnellate per abitante.

Il traffico merci in navigazione è evidentemente più consistente (648,9 tonnellate per abitante) e di gran lunga superiore al dato nazionale. Insieme alla Calabria ed alla Sicilia assorbe quasi la metà del cabotaggio merci nazionale.

Ugualmente per quel che riguarda il traffico aereo, il numero di passeggeri imbarcati e sbarcati ogni 100 abitanti è maggiore in Sardegna rispetto al dato dell’Italia.

I tre principali aeroporti sardi (Cagliari, Olbia e Alghero) sono localizzati nel nord e nel sud della regione, pertanto l’area meno accessibile è quella centrale, coincidente con le province di Oristano, Nuoro ed Ogliastra. In particolare l’Ogliastra ha tempi di viaggio per raggiungere il più vicino aeroporto sempre inferiori alle 2 ore.

Riguardo al traffico merci ferroviario l’accessibilità alle stazioni ferroviarie abilitate al carico merci su vagoni ferroviari è alta in quasi tutta la Sardegna.

Recentemente è stato ultimato lo studio per la “Realizzazione di indagini finalizzate all’analisi economico territoriale ed all’analisi della domanda di trasporto merci in Sardegna”, che ha consentito di analizzare la geografia del sistema produttivo sardo e le dinamiche di mobilità delle merci. L’indagine ha riguardato la mobilità delle merci in ingresso e in uscita dall’isola attraverso l’esecuzione di interviste agli autotrasportatori ai porti e interviste telefoniche a un campione di imprese che producono merci, completate da conteggi automatici ai veicoli commerciali sui principali assi stradali.

Aggiornato il 17/06/2017