Importanti semplificazioni in materia edilizia introdotte dalla legge regionale 3 luglio 2017 n.11

Luglio 2017 - La legge 11/2017 "Disposizioni urgenti in materia urbanistica ed edilizia" ha dettagliato in modo nuovo la ripartizione degli interventi soggetti ai diversi titoli edilizi, favorendo in particolare lo snellimento delle procedure riguardanti la riqualificazione del costruito.  Tra le numerose modifiche apportate alla Legge Regionale n.23 del 1985 si segnala in particolare la qualificazione degli interventi di manutenzione straordinaria non riguardanti le parti strutturali dell’edificio come edilizia libera (modello F13), per i quali si rende tuttavia necessaria l’asseverazione di un tecnico sulla conformità delle opere agli strumenti urbanistici approvati e adottati e sul rispetto della normativa antisismica.

E’ inoltre importante evidenziare che la nuova normativa ha previsto la sospensione dell’efficacia del permesso di costruire in caso di mancato pagamento degli oneri, anche in modalità rateale ove ammessa, precisando che i termini temporali di validità del titolo decorrono dal ventesimo giorno nel caso di procedimento autocertificato o dal rilascio del provvedimento nel caso di procedimento in conferenza di servizi.

Tutte le semplificazioni introdotte dalla legge regionale sono state prontamente recepite nella modulistica SUAPE.

Condividi su: