Il contratto di lavoro

Browse

Il contratto di lavoro è un accordo mediante il quale:

  1. il prestatore di lavoro si obbliga a mettere a disposizione del datore di lavoro la sua attività;
  2. il datore di lavoro si obbliga a corrispondere al lavoratore una somma in denaro detta retribuzione.

Le parti hanno autonomia ridotta nello stabilire le condizioni del rapporto di lavoro perché devono rispettare, oltre alle prescrizioni di legge, le prescrizioni contenute nei contratti collettivi di categoria sottoscritti da sindacati e associazioni dei datori di lavoro.

Rispetto a quanto stabilito dai contratti collettivi, le parti possono prevedere di regola soltanto delle clausole migliorative.

Può essere redatto in forma libera, essendo sufficiente anche un accordo verbale (ad eccezione di alcuni casi), ma di solito il consulente del lavoro redige un atto scritto rappresentato dalla lettera di assunzione sottoscritta per accettazione dal lavoratore.

Poichè possa essere assunto dalla tua azienda, un lavoratore, deve possedere determinati requisiti minimi previsti obbligatoriamente per legge. La capacità giuridica di essere titolare di diritti e obblighi è il necessario presupposto di ogni contratto e assume aspetti diversi a seconda che, si voglia fare l’imprenditore di se stessi o si voglia lavorare alle dipendenze di altri, nello specifico:

  • per il lavoratore autonomo si acquista con la nascita se persona fisica, o con il riconoscimento della personalità giuridica quando si tratta di persona giuridica (società, enti);
  • per il lavoratore dipendente è necessaria un’età anagrafica minima.

La capacità di agire è l’attitudine a compiere atti idonei a modificare la propria situazione giuridica, che si acquisisce con la maggiore età e può essere sospesa (interdizione) o limitata (inabilitazione). 

Inoltre per il solo lavoratore sono previste idoneità specifiche:

  • idoneità psico-fisica a svolgere determinate mansioni;
  • idoneità tecnico-professionale.

L’instaurazione di un contratto di lavoro non prevede adempimenti particolari, salvo quelli previsti dalle norme di carattere generale. Devono comunque essere rispettate alcune regole preventive, fondamentali all’atto dell’assunzione e in particolare:

  • Visita medica pre-assuntiva;
  • forma scritta obbligatoria ai fini della validità di: contratti a termine, contratto di apprendistato, contratti part-time, periodo di prova;
  • obbligo di informare il lavoratore per iscritto sulle seguenti condizioni contrattuali: luogo di svolgimento del lavoro, durata del rapporto di lavoro, inquadramento etc;
  • comunicazione obbligatoria all’assunzione,che va effettuata entro le ore 24 del giorno prima dell’esecuzione della prestazione o comunque dell’ingresso del lavoratore in azienda.

 Per maggiori approfondimenti, si consulti il D.lgs 81/2008

Aggiornato il 11/09/2017