Potenzia la tua impresa

Browse
Potenzia la tua impresa

 

Se hai un’impresa già avviata e ritieni che potrebbe ottenere risultati migliori, puoi affrontare un percorso di potenziamento:

  1. fai un’attenta analisi e descrizione della tua azienda focalizzandoti su ciò che attualmente offri sul mercato e sull’andamento nei mercati in cui operi;
  2. fai una diagnosi di ciò che funziona e di ciò che può essere migliorato, individuando in particolare i punti di forza e quelli di debolezza;
  3. individua le strategie e gli obiettivi da raggiungere per migliorare la tua azienda. Tra gli obiettivi, possono rientrare: il miglioramento dei prodotti e dei servizi; il miglioramento delle modalità di vendita verso i clienti; la ricerca di nuovi clienti e infine l'innovazione d'impresa;
  4. definisci le azioni necessarie per dare attuazione agli obiettivi. Un metodo pratico per farlo è quello di utilizzare una tabella per ciascun obiettivo di potenziamento individuato, inserendo tutte le azioni che sono necessarie per realizzarlo. Per ciascuna azione inserisci una dettagliata descrizione e una motivazione che ti permetta di verificare autonomamente il nesso causale tra l’azione descritta e l’obiettivo di riferimento. Puoi anche compilare una separata tabella delle spese a essa associate descrivendole nel dettaglio e indicando l’importo stimato per ognuna di esse;
  5. fai un piano finanziario per capire tutto ciò che ti serve e gli investimenti che dovrai sostenere. Ecco alcuni consigli utili: utilizza quanto più possibile capitali propri per evitare di dipendere troppo dalle banche e rischiare di non essere in grado di restituire i finanziamenti ottenuti o di pagare troppi interessi. Prepara un piano di impresa strutturato e dettagliato per ottenere un prestito, è molto importante saper comunicare la tua idea di impresa verso l’esterno e convincere gli investitori che la tua strategia è corretta. Dimostra di avere capitali e risorse e metti in evidenza il valore dei beni aziendali;
  6. definisci in dettaglio le attività che costituiranno il tuo piano operativo. Definire nello specifico le singole attività ti permette di capire come organizzare le risorse e il personale necessari;
  7. fai delle previsioni sui risultati economici e finanziari che la tua azienda potrà raggiungere. In particolare devi capire come miglioreranno i conti associati ai tuoi futuri esercizi di gestione (di norma si considerano almeno i risultati dei successivi tre anni), compilando lo stato patrimoniale e il conto economico previsionali. Lo stato patrimoniale fa vedere in un ben preciso momento temporale, da dove viene il denaro utilizzato in impresa, che sarà in parte capitale dell’imprenditore e dei suoi soci, debiti contratti verso banche e istituti di credito e eventualmente finanziamenti e incentivi pubblici. Come l’imprenditore lo abbia investito, impianti, merci, ma anche crediti e disponibilità di contanti. Il conto economico rappresenta la fotografia della situazione della tua impresa e documenta come le risorse sono state utilizzate o si prevede che saranno utilizzate nel corso della gestione. In particolare indica: i costi di esercizio ossia il valore delle risorse consumate in azienda suddivise per le varie voci di costo e i ricavi di esercizio, ossia i risultati che si riescono ad ottenere a fronte delle risorse consumate. 

Tieni conto che il SUAPSportello Unico Attività Produttive, costituirà il punto di riferimento al quale dovrai rivolgerti per espletare tutte le pratiche burocratiche che potranno riguardare l'attuazione del tuo piano di potenziamento.
 

Aggiornato il 11/09/2017