Interventi energetici

Browse

Gli interventi sono le azioni che portano al raggiungimento degli obiettivi pianificati, con le fasi di analisi iniziale, all’interno dell’azienda, essi riguardano sia attività di miglioria, sostituzione, realizzazione di nuovi impianti che attività di comunicazione volte alla sensibilizzazione e all’educazione per un uso razionale dell’energia.

Gli interventi tipo realizzabili nella tua azienda, ricadono in queste categorie:

  • personale;
  • risparmio;
  • efficienza;
  • fonti rinnovabili.

Gli interventi sul personale si identificano in campagne informative, sensibilizzazione, informazione, educazione e soprattutto coinvolgimento delle risorse umane alle scelte energetiche dell’azienda.

Gli interventi sul risparmio possono variare da: una ricontrattazione dei prezzi di fornitura dei prodotti energetici all’interno dell’azienda, alla razionalizzazione ed ottimizzazione degli standard manutentivi adottati.

Gli interventi di efficentamento energetico possono essere distinti in due grandi categorie: gli interventi sull’edificio e quelli sull’impianto.

Tra gli interventi possibili c’è anche, la possibilità di installare impianti a fonti rinnovabili per autoprodursi, a copertura totale o parziale, il calore e l’energia elettrica di cui si ha bisogno.

Il personale aziendale gioca un ruolo chiave nell’attuazione di un sistema di gestione dell’energia. Qualsiasi intervento impiantistico perde di parziale efficacia se il personale non dà il suo contributo per il raggiungimento degli obiettivi. Intervenire su più fronti sul personale risulta fondamentale per il raggiungimento dei risultati attesi.

Esistono diverse modalità e tipi di intervento che possono essere utilmente impiegati per accrescere la consapevolezza del personale e favorire il cambiamento dei comportamenti, per incidere positivamente sull’attuazione del sistema di gestione dell’energia :

  • Abitudini e livelli di confort: cambiare le abitudini del personale può spesso contribuire a migliorare l’efficienza energetica ed a ridurre i costi dell’energia;
  • deleghe al personale: coinvolto direttamente nel sistema di gestione dell’energia, devono essere attribuite opportune deleghe operative, in maniera tale che possa integrare la gestione ed il controllo del sistema nella attività quotidiana;
  • addestramento e preparazione: tutto il personale deve essere addestrato all’uso dei controlli manuali e all’attenzione per le opportunità di risparmio energetico.

Il concetto di risparmio energetico è legato poi alla capacità di ridurre i consumi di energia, necessaria per i fabbisogni della tua azienda. È un insieme di comportamenti, processi e interventi che consentono di limitare gli sprechi e migliorare le tecnologie, in modo da poter risparmiare l’energia necessaria alle attività aziendali quotidiane. Sono tre i fattori fondamentali che concorrono a raggiungere l’obiettivo di risparmio energetico all’interno della tua azienda:

  1. vettori energetici;
  2. manutenzione degli impianti;
  3. dispositivi automatici per il risparmio. 

Efficientamento energetico e risparmio energetico sono due concetti usati spesso come sinonimi, ma che in realtà rappresentano le due facce complementari della medaglia del cosiddetto sviluppo sostenibile, ossia la visione del futuro, in cui la garanzia di benessere dell’individuo non vada a discapito della salvaguardia dell’ambiente e delle risorse ambientali.

L’efficienza energetica mira in primis a utilizzare meno energia in termini assoluti a parità di risultato finale, e si associa agli obiettivi di utilizzo di fonti energetiche rinnovabili al posto delle fonti fossili e inquinanti per ridurre l’emissione di gas climalteranti a parità di quantità di energia consumata.

Negli ultimi anni con la diffusione dell'impiego delle fonti rinnovabili, si sta assistendo ad un graduale passaggio da un sistema di generazione centralizzata ad uno di generazione distribuita, dove con generazione distribuita, si intende la produzione di energia elettrica, tramite impianti di piccole dimensioni sparsi sul territorio, spesso localizzati in prossimità dei luoghi in cui essa viene consumata.

Infine è bene parlare di sinergia d’impresa, ovvero l’azione combinata e contemporanea, la collaborazione o la cooperazione di più imprese in una stessa attività. Gli alti costi dell’energia connessi alle attività produttive unitamente alla continua evoluzione delle relazioni economiche tra imprese stanno costringendo sempre di più il singolo imprenditore a confrontarsi con contesti globali in continua evoluzione. La formalizzazione di relazioni economiche tra imprese, anche in filiera (settore produttivo), assume pertanto un significato strategico per l’approccio ai nuovi mercati e per la risoluzione di problematiche legate ai costi energetici.

Il consolidamento e lo sviluppo di queste relazioni, che si concretizza ad esempio nella costituzione di una rete di imprese, permette anche alla singola micro impresa diffusa di competere sul mercato condividendo le componenti della competitività.

Per maggiori informazioni, si consulti il sito internet dell'Agenzia delle Entrate, dedicato alla riqualificazione energetica. 

Aggiornato il 19/11/2018