Microincentivi per l'innovazione

Browse
Oggetto del bando

Sostegno all’accesso a servizi avanzati di sostegno all’innovazione per generare crescita e occupazione

Spese ammissibili
Servizi (S)
Macrosettore
Agricoltura, Industria, Servizi, Turismo
Data di scadenza dell'agevolazione
(a sportello)
Soggetti ammissibili

Possono presentare la domanda MPMI, che soddisfano i criteri di cui all’Allegato I al Reg. (UE) n. 651/2014.

Gli aiuti possono essere concessi alle imprese di qualsiasi settore ad eccezione di quelle operanti nei settori o attività esclusi dal campo di applicazione del Regolamento (UE) 1407/2013 (pesca e acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli, aiuti per attività connesse all’esportazione e aiuti subordinati all’impiego di prodotti nazionali).

Progetti finanziabili

La realizzazione di un Progetto che deve essere coerente rispetto alla Smart Specialization Strategy regionale e rientrare nell’ambito delle aree di specializzazione in essa individuate. Il Progetto deve prevedere l’acquisizione di servizi di consulenza esterna per la realizzazione di nuovi prodotti o processi produttivi, oppure per il significativo miglioramento delle caratteristiche e funzioni di  prodotti o processi già esistenti. In particolare, i servizi di consulenza possono comprendere, in tutto o in parte, il ciclo di attività necessarie alla messa a punto di un nuovo prodotto o processo, partendo dalla progettazione, alla realizzazione fisica, sino all’attività di caratterizzazione e test. Le attività del Progetto devono essere definite in base ad uno studio di fattibilità già esistente al momento della presentazione della domanda.

Agevolazione concessa

L’agevolazione prevista dal bando è concessa sotto forma di sovvenzione, finalizzata alla copertura delle spese ammissibili, con un’intensità pari all’80% del costo complessivo del Progetto.

Il valore massimo degli aiuti è pari a 15.000 euro per domanda.

Termini

Presentazione della domanda: dalle ore 12,00 del 15.11.2017 alle ore 12.00 del 28/02/2018.

Spese ammissibili

Servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto all'innovazione

-              A.1 Servizi tecnici di progettazione e implementazione di innovazione di prodotto o di processo produttivo;

-              A.2 Servizi tecnici di sperimentazione;

-              A.5 Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà intellettuale.

L’elencazione dei servizi non è esaustiva e l’accettazione di eventuali servizi non inclusi è valutata da Sardegna Ricerche, in relazione alle caratteristiche dell’azienda proponente e all’intervento proposto.

Sono escluse le spese relative a:

•             formazione del personale;

•             imposte, tasse, interessi passivi, spese notarili ed oneri accessori;

•             servizi realizzati mediante commesse interne o oggetto di auto-fatturazione o da fornitori con rapporti di cointeressenza con il soggetto proponente;

•             servizi erogati, effettuati e fatturati all'impresa beneficiaria dal legale rappresentante, dai soci dell'impresa e dal coniuge o parenti entro il terzo grado dei soggetti richiamati e da qualunque altro soggetto facente parte degli organi societari o effettuate e fatturate all'impresa beneficiaria da società con rapporti di controllo o collegamento così come definito ai sensi dell'art. 2359 del C.C. ovvero dai loro soci

•             servizi per i quali si è già usufruito di altra agevolazione pubblica.

Procedura

La selezione delle domande è effettuata tramite una procedura valutativa a sportello. Le domande di accesso sono istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione; per il termine di presentazione delle domande, fa fede la data e l’ora di inoltro telematico. L’iter istruttorio si suddivide nella fase di verifica di ammissibilità formale e nella successiva fase di valutazione tecnica del Progetto.

Criteri di valutazione

I Progetti sono valutati dalla Commissione Tecnica di Sardegna Ricerche che esprime un giudizio con l’attribuzione di un punteggio assegnato in base all’applicazione dei seguenti criteri

1.            Coerenza S3 regionale

2.            Qualità e innovatività del Progetto

3.            Competenza tecnica dei fornitori coinvolti

4.            Risultati attesi e capacità del Progetto a sviluppare innovazioni di prodotto, di processo che accrescano la competitività dell’impresa

5.            Adeguatezza tecnico-organizzativa del soggetto proponente

6.            Sostenibilità economico-finanziaria, patrimoniale del Progetto in rapporto al soggetto proponente

7.            Sostenibilità ambientale

8.            Impatto sociale

9.            Pari opportunità.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria del bando ammonta a 1.000.000 €.